Xagena Mappa
Medical Meeting
Gastrobase.it
Pneumobase.it

Ruolo della chirurgia nella gestione del carcinoma corticosurrenale recidivante


La chirurgia è lo standard di cura per i carcinomi localizzati della corteccia surrenale, ma il suo ruolo nella recidiva di malattia non è ben definito.
Si è cercato di valutare l'esito clinico dopo intervento chirurgico per la recidiva con uno studio retrospettivo in 154 pazienti con prima recidiva dopo resezione radicale iniziale, individuati nel Registro tedesco sul carcinoma corticosurrenale.

Le principali misure di esito sono state la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) e la sopravvivenza globale ( OS ) e sono stati identificati i fattori prognostici.

In totale, 101 pazienti sono stati sottoposti a intervento chirurgico ripetuto ( resezione radicale, n=78 ) e 99 hanno ricevuto terapia non-chirurgica ( aggiuntiva ).

Dopo una media di 6 mesi, 144 pazienti ( 94% ) sono andati incontro a progressione.

L'analisi multivariata aggiustata per età, sesso, massa tumorale, tempo alla prima recidiva ( TTFR ), intervento chirurgico per recidiva ( incluso lo stato di resezione ) e terapia aggiuntiva ha indicato che solo due fattori sono risultati significativamente associati a una minore sopravvivenza libera da progressione; hazard ratio ( HR ) per la progressione: per TTFR minore o uguale a 12 mesi, 1.8 vs TTFR maggiore di 12 mesi; per la resezione macroscopicamente incompleta, 3.4, e per nessun intervento chirurgico 3.4 vs resezione microscopicamente completa ( R0 ) e sopravvivenza globale; hazard ratio per la morte: per TTFR maggiore di 12 mesi, 3.1 vs TTFR minore o uguale a 12 mesi; per la resezione macroscopicamente incompleta, 2.7, e nessun intervento chirurgico, 4.2 vs resezione R0.

I pazienti che hanno avuto sia TTFR oltre 12 mesi e resezione R0 di tumori ricorrenti ( n=22 ) hanno avuto la prognosi migliore ( valore medio di sopravvivenza libera da progressione: 24 mesi; sopravvivenza globale media, più di 60 mesi ).

In conclusione, i migliori predittori di sopravvivenza prolungata dopo la prima recidiva sono TTFR oltre 12 mesi e resezione R0.
I dati hanno indicato che i pazienti con TTFR più lungo e tumori suscettibili di resezione radicale dovrebbero essere operati, mentre decisioni di trattamento individualizzato sono necessarie per i pazienti con breve TTFR o con tumori non-completamente resecabili. ( Xagena2013 )

Erdogan I et al, J Clin Endocrinol Metab 2013; 98: 1: 181-191

Endo2013 Onco2013 Chiru2013



Indietro