Xagena Mappa
Medical Meeting
Ematobase.it
Cardiobase

Radioterapia adiuvante dopo resezione chirurgica primaria nei pazienti con tumore corticosurrenale


Il carcinoma corticosurrenale è un tumore raro con alto tasso di mortalità e di recidive.
Il ruolo della radioterapia adiuvante per migliorare l’esito rimane non ben definito.

Uno studio retrospettivo ha valutato l'impatto della radioterapia adiuvante sulla sopravvivenza globale e sui tassi di recidiva dei pazienti con carcinoma corticosurrenale.
Sono stati selezionati pazienti con carcinoma corticosurrenale visitati presso la University of Texas - MD Anderson Cancer Center ( MDACC ) tra il 1998 e il 2011.

Tutti i pazienti di questo studio sono stati sottoposti a resezione del tumore primario e hanno ricevuto radioterapia adiuvante entro 3 mesi dalla resezione chirurgica primaria prima del rinvio all’Anderson Cancer Center.
Sono stati confrontati i pazienti che hanno subito un intervento chirurgico e la radioterapia adiuvante con i pazienti che hanno subito solo l’intervento chirurgico.

Le caratteristiche basali e l’uso di Mitotano ( Lysodren ) adiuvante non sono state significativamente differenti tra il gruppo con radioterapia adiuvante ( n=16 ) e il gruppo senza radioterapia ( n=32 ).

Recidiva locale si è verificata in 7 pazienti ( 43.8% ) che hanno ricevuto radioterapia e in 10 pazienti ( 31.3% ) nel gruppo di controllo.

A 5 anni, il tasso stimato libero da recidiva locale è stato del 53% ( 32-87% ) nel gruppo con radioterapia e del 67% ( 52-86% ) nel gruppo senza radioterapia ( P=0.53 ).

Le distribuzioni di tempo alla recidiva a distanza e sopravvivenza libera da recidiva non sono state significativamente differenti tra i due gruppi.

Utilizzando un modello multivariato di Cox dei rischi proporzionali per la sopravvivenza globale, l’hazard ratio per l'uso della radioterapia è stato pari a 1,593 ( P=0.26 ) dopo aggiustamento per lo stadio e la terapia adiuvante con Mitotano.

Il carcinoma corticosurrenale ha alti tassi di recidiva. Nello studio, la radioterapia non ha migliorato gli esiti clinici nei pazienti che hanno ricevuto le prime cure in Comunità.
È necessario uno studio multicentrico, randomizzato, prospettico, per valutare il ruolo dei trattamenti adiuvanti ( sia Mitotano sia radioterapia ) e il loro impatto sui modelli di recidiva e sopravvivenza. ( Xagena2013 )

Habra MA et al, J Clin Endocrinol Metab 2013; 98: 1: 192-197

Endo2013 Onco2013 Chiru2013 Farma2013

XagenaFarmaci_2013



Indietro