Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Gastrobase.it

Mitotano adiuvante versus sorveglianza nel carcinoma adrenocorticale localizzato di basso grado: studio ADIUVO


Il trattamento adiuvante con Mitotano ( Lysodren ) è comunemente impiegato dopo la resezione del carcinoma surrenale; tuttavia, il trattamento rimane controverso, soprattutto se il rischio di recidiva non è elevato.

Sono state valutate l'efficacia e la sicurezza del Mitotano adiuvante rispetto alla sola sorveglianza dopo resezione completa del tumore nei pazienti con carcinoma adrenocorticale considerato a rischio di recidiva da basso a intermedio.

ADIUVO è uno studio di fase 3 multicentrico, in aperto, parallelo, randomizzato, condotto in 23 centri in 7 Paesi.
I pazienti di età pari o superiore a 18 anni con carcinoma adrenocorticale e rischio di recidiva da basso a intermedio ( R0, stadio I-III e Ki67 inferiore o uguale al 10% ) sono stati assegnati in modo casuale a Mitotano orale adiuvante due o tre volte al giorno ( la dose è stata aggiustata dai ricercatori con l'obiettivo di raggiungere e mantenere concentrazioni plasmatiche di Mitotano di 14-20 mg/l ) per 2 anni o alla sola sorveglianza.

Tutti i pazienti consecutivi presso 14 centri di studio che soddisfacevano i criteri di ammissibilità dello studio ADIUVO che hanno rifiutato la randomizzazione e hanno concordato la raccolta dei dati tramite il Registro ENS@T ( European Network for the Study of Adrenal Tumors ) sono stati inclusi prospetticamente nello studio osservazionale ADIUVO.

L'endpoint primario era la sopravvivenza libera da recidiva, definita come il tempo dalla randomizzazione alla prima evidenza radiologica di recidiva o morte per qualsiasi causa ( a seconda di quale evento si verificasse per primo ), valutato in tutti i pazienti assegnati in modo casuale in base all'intention-to-treat ( ITT ).

La sopravvivenza globale, definita come il tempo intercorso dalla data di randomizzazione alla data di morte per qualsiasi causa, era un endpoint secondario analizzato in base all'intention-to-treat in tutti i pazienti assegnati in modo casuale.

La sicurezza è stata valutata in tutti i pazienti che hanno aderito al regime assegnato, che è stato definito assumendo almeno una compressa di Mitotano nel gruppo Mitotano e niente Mitotano nel gruppo sorveglianza.

Tra il 2008 e il 2018, 45 pazienti sono stati assegnati in modo casuale ad assumere Mitotano e 46 alla sola sorveglianza.
Poiché lo studio è stato interrotto prematuramente, è stata riportata la sopravvivenza libera da recidiva e globale a 5 anni invece della sopravvivenza libera da recidiva e globale come definita nel protocollo.

La sopravvivenza libera da recidiva a 5 anni è stata del 79% nel gruppo Mitotano e del 75% nel gruppo sorveglianza ( hazard ratio, HR=0.74 ).

In tutto 2 persone nel gruppo Mitotano e 5 persone nel gruppo sorveglianza sono morte e la sopravvivenza globale a 5 anni non è risultata significativamente diversa ( 95% nel gruppo Mitotano e 86% nel gruppo sorveglianza ).

Tutti i 42 pazienti che hanno ricevuto Mitotano hanno avuto eventi avversi e 8 ( 19% ) hanno interrotto il trattamento.
Non si sono verificati eventi avversi di grado 4 o decessi correlati al trattamento.

Mitotano adiuvante potrebbe non essere indicato nei pazienti con carcinoma adrenocorticale localizzato di basso grado, considerando la prognosi relativamente buona di questi pazienti e nessun miglioramento significativo nella sopravvivenza libera da recidiva e nella tossicità associata al trattamento nel gruppo Mitotano.
Tuttavia, lo studio è stato interrotto prematuramente a causa del lento reclutamento e non è possibile escludere l’efficacia del trattamento. ( Xagena2023 )

Terzolo M et al, Lancet Diabetes & Endocrinology 2023; 11: 720-730

Endo2023 Onco2023 Farma2023



Indietro