Xagena Mappa
Medical Meeting
XagenaNewsletter
Onco News

Micofenolato più Metilprednisolone versus Metilprednisolone da solo nella orbitopatia di Graves attiva da moderata a grave: studio MINGO


Le linee guida europee raccomandano il Metilprednisolone per via endovenosa come trattamento di prima linea per l'orbitopatia di Graves attiva e grave; tuttavia, è comune per i pazienti non avere risposta o avere recidive dopo l'interruzione del trattamento

Sono state confrontate l'efficacia e la sicurezza del Micofenolato aggiunto a Metilprednisolone rispetto al solo Metilprednisolone nei pazienti con orbitopatia di Graves da moderata a grave.

Lo studio randomizzato MINGO è stato effettuato in due Centri in Germania e due in Italia.
I pazienti con orbitopatia di Graves da moderata a grave sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Metilprednisolone per via endovenosa ( 500 mg una volta a settimana per 6 settimane seguite da 250 mg alla settimana per 6 settimane ) da solo o con Micofenolato ( una compressa da 360 mg due volte al giorno per 24 settimane ).

Gli endpoint primari prespecificati erano il tasso di risposta ( riduzione di almeno due parametri di un indice oftalmico composito, cioè gonfiore palpebrale, punteggio di attività clinica, proptosi, larghezza dell’apertura palpebrale, diplopia e motilità del muscolo oculare, senza deterioramento in nessun altro parametro ) a 12 settimane e tasso di recidiva ( peggioramento dei sintomi verificatosi dopo una risposta ) a 24 e 36 settimane.

Sono stati arruolati e randomizzati 164 pazienti tra il 2009 e il 2015. 81 sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Metilprednisolone da solo e 83 a ricevere Metilprednisolone con Micofenolato.

Nella popolazione intention-to-treat a 12 settimane, sono state osservate risposte in 36 ( 49% ) su 73 pazienti nel gruppo in monoterapia e in 48 ( 63% ) su 76 pazienti nel gruppo di associazione, con un odds ratio ( OR ) di 1.76 ( P=0.089 ).

Alla settimana 24, 38 ( 53% ) su 72 pazienti rimasti nel gruppo in monoterapia e 53 ( 71% ) su 75 pazienti rimasti nel gruppo di terapia di associazione hanno risposto al trattamento ( 2.16, P=0.026 ).

Alla settimana 24, la recidiva si è verificata in 4 ( 11% ) su 38 pazienti nel gruppo in monoterapia e in 4 ( 8% ) su 53 pazienti nel gruppo di associazione ( OR=0.71, P=0.72 ).

Alla settimana 36, la recidiva si è verificata in altri 3 ( 8% ) pazienti nel gruppo in monoterapia e in 2 ( 4% ) pazienti nel gruppo di associazione ( OR=0.65, P=0.61 ).

Alla settimana 36, ​​31 ( 46% ) su 68 pazienti nel gruppo in monoterapia e 49 ( 67% ) su 73 pazienti nel gruppo di combinazione hanno presentato una risposta sostenuta ( OR=2.44, P=0.011 ).

23 pazienti hanno manifestato 24 eventi avversi gravi, con 11 eventi in 10 pazienti nel gruppo di associazione e 13 eventi in 13 pazienti nel gruppo in monoterapia.
Eventi avversi correlati al farmaco lievi e moderati ( grado 1-2 ) si sono verificati in 16 ( 20% ) su 81 pazienti trattati con monoterapia e in 21 ( 25% ) su 83 pazienti trattati con terapia di associazione ( P=0.48 ).

Sebbene non sia stata osservata alcuna differenza significativa nel tasso di risposta a 12 settimane o nella percentuale di recidiva a 24 e 36 settimane, l'analisi post-hoc ha suggerito che l'aggiunta di Micofenolato al trattamento con Metilprednisolone ha migliorato il tasso di risposta alla terapia di 24 settimane nei pazienti con orbitopatia di Graves da moderata a grave. ( Xagena2018 )

Kahaly GJ et al, Lancet Diabetes Endocrinol 2018; 6: 287-298

Endo2018 Oftalm2018 Farma2018


Indietro