Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Mediexplorer.it

Il trattamento dell'ipotiroidismo subclinico o della ipotiroxinemia in gravidanza non determina migliori risultati di attività cognitiva nei bambini


La malattia subclinica della tiroide durante la gravidanza può essere associata ad esiti avversi, incluso un quoziente di intelligenza ( QI ) inferiore al normale nei figli.
Non è noto se il trattamento con Levotiroxina delle donne con ipotiroidismo subclinico o ipotiroxinemia durante la gravidanza migliori la funzione cognitiva nei figli.

Sono state esaminate donne con una gravidanza singola prima di 20 settimane di gestazione per ipotiroidismo subclinico, definito come un livello di tirotropina di 4.00 mU o più per litro e un normale livello di tiroxina libera ( T4 ) ( da 0.86 a 1.90 ng per decilitro; da 11 a 24 pmol per litro ), e per ipotiroxinemia, definita come un livello normale di tireotropina ( da 0.08 a 3.99 mU per litro ) e un basso livello di T4 libera ( meno di 0.86 ng per decilitro ).

In studi distinti per le due condizioni, le donne sono state assegnate a caso a ricevere Levotiroxina oppure placebo.

La funzionalità tiroidea è stata valutata mensilmente e la dose di Levotiroxina è stata regolata per raggiungere un normale livello di tireotropina o T4 libera ( a seconda dello studio ).
I bambini sono stati sottoposti ad annuali test sullo sviluppo e test comportamentali per 5 anni.

L'esito primario era il punteggio QI a 5 anni ( o a 3 anni di età se mancava l'esame a 5 anni ) o morte a un'età inferiore a 3 anni.

In totale 677 donne con ipotiroidismo subclinico sono state sottoposte a randomizzazione a una media di 16.7 settimane di gestazione e 526 con ipotiroxinemia a una media di 17.8 settimane di gestazione.

Nello studio di ipotiroidismo subclinico, il punteggio QI mediano dei bambini è stato 97 nel gruppo Levotiroxina e 94 nel gruppo placebo ( P=0.71 ).

Nello studio di ipotiroxinemia, il punteggio QI mediano è stato 94 nel gruppo Levotiroxina e 91 nel gruppo placebo ( P=0.30 ).

In entrambi gli studi i punteggi QI erano mancanti per il 4% dei bambini.

Non sono emerse differenze significative tra i due gruppi in entrambi gli studi in altri esiti neurocognitivi o di gravidanza o nell'incidenza di eventi avversi, che erano bassi in entrambi i gruppi.

In conclusione, il trattamento dell'ipotiroidismo subclinico o dell'ipotiroxinemia iniziato tra 8 e 20 settimane di gestazione non ha determinato risultati di attività cognitiva significativamente migliori nei bambini fino a 5 anni di età rispetto a nessun trattamento per tali condizioni. ( Xagena2017 )

Casey BM et al, N Engl J Med 2017; 376: 815-825

Endo2017 Gyne2017 Neuro2017 Farma2017


Indietro