Xagena Mappa
Medical Meeting
Dermabase.it
Neurobase.it

Esiti cardiovascolari e metabolici nell'iperplasia surrenalica congenita


Gli individui con iperplasia surrenalica congenita ( CAH ) richiedono una terapia con glucocorticoidi per sostituire il cortisolo e controllare l'eccesso di androgeni.
Sono stati valutati gli effetti della terapia con glucocorticoidi sugli esiti cardiovascolari e metabolici in soggetti con iperplasia surrenalica congenita.

Sono stati inclusi nell'analisi 20 studi osservazionali ( 14 longitudinali, 6 trasversali ) con un rischio di bias da moderato ad alto.

La dose media dei glucocorticoidi in equivalenti di Idrocortisone andava da 9 a 26.5 mg/m2/die.

Nella meta-analisi ( 416 pazienti ), rispetto ai controlli senza iperplasia surrenalica congenita, i soggetti con iperplasia surrenalica congenita hanno presentato un aumento della pressione sistolica ( differenza media ponderata WMD, 4.44 mm ), pressione diastolica ( WMD, 2.35 mm Hg ), valutazione del modello omeostatico dell'insulino-resistenza ( WMD, 0.49 ) e spessore dell'intima carotidea ( WMD, 0.08 mm ).

Nessuna differenza statisticamente significativa è stata osservata nella glicemia a digiuno, nel livello di insulina, nel glucosio o nel livello di insulina dopo un carico di 2 ore di glucosio o nei lipidi sierici.

I dati sugli eventi cardiaci erano limitati e la maggior parte della letteratura era concentrata sugli esiti surrogati.

In conclusione, gli individui con iperplasia surrenalica congenita hanno dimostrato un'alta prevalenza di fattori di rischio cardiovascolare e metabolico.
Le evidenze attuali si basano su esiti surrogati.
Sono necessari studi prospettici a lungo termine per valutare strategie per ridurre il rischio cardiovascolare in soggetti con iperplasia surrenalica congenita. ( Xagena2018 )

Tamhane S et al, Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, 2018; 103: 4097-4103

Endo2018 Cardio2018



Indietro