Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Effetto di Deidroepiandrosterone sui marcatori di risposta ovarica in donne con insufficienza ovarica primaria


Studi preliminari hanno mostrato incoraggianti effetti del Deidroepiandrosterone ( DHEA ) in donne con scarsa riserva ovarica sottoposte a fecondazione assistita e con insufficienza ovarica primaria, anche se i dati da studi randomizzati e controllati sono limitati.

Uno studio in doppio cieco, controllato con placebo, randomizzato, ha valutato l'effetto del DHEA per 16 settimane su marcatori di risposta ovarica nelle donne con insufficienza ovarica primaria.

Hanno partecipato allo studio 22 donne con insufficienza ovarica primaria inspiegabile.

Le pazienti sono state randomizzate nel gruppo DHEA ( n=10 ), che ha ricevuto DHEA ( 25 mg tre volte al giorno ), o al gruppo placebo ( n=12 ), che ha ricevuto un placebo per 16 settimane.

I marcatori di risposta ovarica comprendevano: ormone antimulleriano ( AMH ) sierico, i livelli di ormone follicolo-stimolante ( FSH ) e la conta dei follicoli antrali ( AFC ) così come i follicoli di 10 mm o maggiori in diametro; i profili ormonali sono stati misurati a intervalli di 4 settimane e fino a 4 settimane dopo il completamento del trattamento.

L’esito primario era il livello di ormone antimulleriano nel siero.

Non sono stati rilevati cambiamenti significativi nei livelli sierici di ormone antimulleriano e di ormone follicolo-stimolante nel corso dello studio.

La conta dei follicoli antrali e il volume ovarico sono risultati significativamente più elevati alla settimana 12 e 20, rispettivamente, nel gruppo DHEA.

Sono state contate significativamente più donne con almeno un follicolo di 10 mm o superiore alla settimana 12, 16 e 20 nel gruppo DHEA.

I livelli di testosterone sierico e di DHEA solfato con più alti livelli di estradiolo sono risultati significativamente più alti nel gruppo DHEA.

In conclusione, lo studio ha rilevato una maggiore conta dei follicoli antrali e maggiore volume ovarico alla settimana 12 e 20, rispettivamente, nel gruppo DHEA, anche se ci sono stati cambiamenti significativi nei livelli sierici di ormone antimulleriano e del ormone follicolo-stimolante.
Sono necessari ulteriori studi con una durata più lunga della somministrazione di DHEA per valutare l'effetto a lungo termine di DHEA in donne con insufficienza ovarica primaria. ( Xagena2013 )

Yee Yung Wing T et al, J Clin Endocrinol Metab 2013; 98: 1: 380-383

Endo2013 Gyne2013 Farma2013


Indietro