Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Denosumab e Cinacalcet per iperparatiroidismo primario: studio DENOCINA


Le opzioni di trattamento medico per l'iperparatiroidismo primario sono limitate.
È stata valutata l'efficacia di Denosumab ( Prolia ) da solo e combinato con Cinacalcet ( Mimpara ) nei pazienti con iperparatiroidismo primario.

Nello studio randomizzato, monocentrico, proof-of-concept, in doppio cieco DENOCINA, pazienti di almeno 18 anni con iperparatiroidismo primario sono stati reclutati dal Dipartimento di endocrinologia dell’Ospedale universitario di Aalborg, in Danimarca.

I criteri di ammissibilità chiave erano un punteggio T compreso tra −1.0 e −3.5 a livello della colonna lombare, del collo del femore o dell'anca totale.
I pazienti sono stati assegnati a ricevere 30 mg di Cinacalcet al giorno più 60 mg di Denosumab per via sottocutanea ogni 6 mesi ( n=14; gruppo di associazione ) per 1 anno, Denosumab più placebo ( n=16; gruppo Denosumab ) per 1 anno o placebo più iniezione di placebo ( n=15; gruppo placebo ) per 1 anno.

Gli esiti primari erano i cambiamenti nella densità minerale ossea ( BMD ) misurata mediante assorbimetria a raggi X doppia a livello della colonna lombare, dell'anca totale, del collo del femore e dell'avambraccio distale dopo 1 anno.
Inoltre, sono stati esaminati gli effetti sulla biochimica del metabolismo osseo.
Tutti i pazienti arruolati sono stati inclusi nelle analisi di efficacia.

Nel periodo 2017-2018 sono stati reclutati 285 partecipanti. 16 pazienti sono stati assegnati in modo casuale al gruppo Denosumab, 15 al gruppo di combinazione e 15 al gruppo placebo.
L'abbandono è stato limitato a un paziente nel gruppo di combinazione.

Rispetto al placebo, la densità minerale ossea è migliorata nei gruppi che hanno ricevuto Denosumab: colonna lombare ( gruppo di combinazione 5.4%, gruppo Denosumab 6.9%; P minore di 0.0001 ), anca totale ( gruppo di combinazione 5.0%, gruppo Denosumab 4.1%; P minore di 0.0001 ) e collo del femore ( gruppo di combinazione 4.5%; P=0 .0008, gruppo Denosumab 3.8%; P=0.0022 ).

I cambiamenti nella densità minerale ossea a livello del terzo distale dell’avambraccio hanno presentato una significatività borderline.
Si sono verificati 6 eventi avversi gravi non-fatali ( gruppo di combinazione n=2, gruppo Denosumab n=1, gruppo placebo n=3 ).
La prevalenza complessiva degli eventi avversi non è variata tra i gruppi di trattamento e non si sono verificati eventi avversi fatali.

Le evidenze hanno indicato che Denosumab è efficace nel migliorare la densità minerale ossea e nel ridurre il turnover osseo nei pazienti con iperparatiroidismo primario indipendentemente dal trattamento con Cinacalcet, e potrebbe rappresentare una valida opzione per i pazienti in cui la chirurgia è indesiderabile. ( Xagena2020 )

Leere JS et al, Lancet Diabetes & Endocrinology 2020; 8: 407-417

Endo2020 Farma2020


Indietro