Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Pneumobase.it

Conseguenze sulla salute della rimozione del timo negli adulti


La funzione del timo negli adulti umani non è ben definita e la rimozione di routine del timo viene eseguita in una varietà di procedure chirurgiche.
Si è ipotizzato che il timo adulto sia necessario per sostenere la competenza immunitaria e la salute generale.

È stato valutato il rischio di morte, cancro e malattie autoimmuni tra i pazienti adulti sottoposti a timectomia rispetto ai controlli demograficamente corrispondenti che erano stati sottoposti a chirurgia cardiotoracica simile senza timectomia.
In un sottogruppo di pazienti sono stati confrontati anche la produzione di cellule T e i livelli plasmatici di citochine.

Dopo le esclusioni, sono stati inclusi nello studio 1.420 pazienti sottoposti a timectomia e 6.021 controlli; 1.146 dei pazienti sottoposti a timectomia avevano un controllo abbinato e sono stati inclusi nella coorte primaria.

A 5 anni dall’intervento chirurgico, la mortalità per tutte le cause era più elevata nel gruppo sottoposto a timectomia rispetto al gruppo di controllo ( 8.1% vs 2.8%; rischio relativo, 2.9 ), così come lo era rischio di tumore ( 7.4% vs 3.7%; rischio relativo, 2,0 ).

Sebbene il rischio di malattia autoimmune non differisse sostanzialmente tra i gruppi nella coorte primaria complessiva ( rischio relativo, 1.1 ), è stata riscontrata una differenza quando sono stati esclusi i pazienti con infezione preoperatoria, tumore o malattia autoimmune dall’analisi ( 12.3% vs 7.9%; rischio relativo, 1.5 ).

In un'analisi che ha coinvolto tutti i pazienti con più di 5 anni di follow-up ( con o senza un controllo abbinato ), la mortalità per tutte le cause è stata più elevata nel gruppo sottoposto a timectomia rispetto alla popolazione generale degli Stati Uniti ( 9.0% vs 5.2% ), poiché era la mortalità dovuta al tumore ( 2.3% vs 1.5% ).

Nel sottogruppo di pazienti in cui sono stati misurati la produzione di cellule T e i livelli plasmatici di citochine ( 22 nel gruppo timectomia e 19 nel gruppo di controllo; follow-up medio, 14.2 anni postoperatori ), coloro che erano stati sottoposti a timectomia avevano una minore nuova produzione di linfociti CD4+ e CD8+ rispetto ai controlli ( conta media del circuito di escissione del recettore delle cellule T signal-joint CD4+ sjTREC, 1.451 vs 526 per microgrammo di DNA, P=0.009; conta media di CD8+ sjTREC, 1.466 vs 447 per microgrammo di DNA, P minore di 0.001 ) e livelli più elevati di citochine proinfiammatorie nel sangue.

In questo studio, la mortalità per tutte le cause e il rischio di tumore sono stati più elevati tra i pazienti sottoposti a timectomia rispetto ai controlli. La timectomia è apparsa anche associata ad un aumento del rischio di malattia autoimmune quando i pazienti con infezione preoperatoria, cancro o malattia autoimmune sono stati esclusi dall'analisi. ( Xagena2023 )

Kooshesh KA et al, N Engl J Med 2023; 389: 406-417

Endo2023 Chiru2023



Indietro